La Repubblica marinara sotto una luce accessibile

Foto panoramica di Pisa

Come ogni Repubblica Marinara che si rispetti anche Pisa ha la sua storia. Oggi la voglio raccontare con particolare attenzione all’accessibilità. Il giretto che mi sono fatta è piuttosto lineare e tocca i punti più caratteristici. Partendo da Piazza Vittorio Emanuele ti porterò fino a Piazza dei Miracoli, passeggiando con tranquillità e godendo del panorama. Piazza Vittorio Emanuele è priva di scalini e facilmente percorribile da persone in carrozzina. Inoltre è provvista di segnali tattili in sistema Loges per favorire l’orientamento a persone non vedenti. Si procede poi verso via D’Azeglio per raggiungere sulla sinistra Via Zandonai dove il murale di Keith Haring mi ha lasciato, e ti lascerà, senza fiato.

Foto del Murales di Keith Haring e del gruppo di amiche con cui ha viaggiato Rachele

Il Murale Tuttomondo è stato realizzato nel 1989 sulla parete posteriore del convento dei frati “Servi di Maria” della chiesa di S. Antonio. La pittoresca opera intende trasmettere un messaggio di pace universale. Se sei fan dei suoi lavori, saprai di certo che si tratta dell’ultima traccia della sua arte. E rullo di tamburi... è stato ristrutturato di recente!

Prima di arrivare in Piazza XX Settembre dove ha sede il Comune di Pisa, bisogna passare da Corso Italia, ma prima una breve sosta per abbandonarti in una delle panchine del giardino verticale. Se visiti la città in primavera preparati ad essere investito da una ventata di profumi floreali.

Ora sei pronto per Corso Italia, la strada più animata della città, il cui percorso lineare conduce da Piazza Vittorio Emanuele fino ai Lungarni. Lungo Corso Italia troviamo negozi, chiese e palazzi di interesse storico e architettonico. Sono da visitare assolutamente la Chiesa di San Domenico e la Chiesa di Santa Maria del Carmine. Il corso dispone di pavimentazione differenziata l’accessibilità per persone in carrozzina è garantita. Da Piazza XX Settembre raggiungiamo Piazza Garibaldi attraversando il Ponte di MezzoIl ponte, lungo 89 metri, ha una struttura con un’unica campata alta 12,5 metri, realizzata in cemento armato e rivestita in pietra bianca di Verona, ricostruito dopo i bombardamenti della II Guerra Mondiale. Al termine del ponte consiglio di attraversare la strada da Lugarno Mediceo, sulla destra, piuttosto che da lato Pacinotti, sulla sinistra. Sebbene il ponte sia pavimentato con un lastricato liscio e accessibile con pendenza del 6% su entrambi i versanti, in prossimità dell’attraversamento e in corrispondenza della strada stessa il pavimento è fatto di sampietrini sconnessi. Sul lato destro la pavimentazione è più regolare. Il semaforo dispone di indicatore acustico per non vedenti.

Borgo Stretto (o semplicemente Borgo come lo chiamano i Pisani), è una delle più frequentate vie della città, insieme a Corso Italia, ove si affacciano negozi, bar e locali vari. La via si trova in una zona pedonale, con pavimentazione liscia a lastroni di pietra regolari. Gli esercizi commerciali si trovano lungo i loggiati, su un piano rialzato mediamente di circa 15 cm rispetto al manto stradale, dotato di rampette di raccordo. Da Piazza Garibaldi l’accesso al loggiato è in piano dal lato destro, mentre per accedere al lato sinistro è presente uno scalino; per aggirare l’ostacolo bisogna imboccare Via Notari, il vicolo a sinistra, e rientrare sotto i loggiati sulla destra.

Proseguendo per Via Ulisse Dini, su superficie con lastroni di pietra autobloccanti in alcuni punti sconnessi (fare attenzione con le carrozzine manuali), si raggiungere Piazza dei Cavalieri. La piazza è stata recentemente ristrutturata ha una pavimentazione in piano con lastroni di pietra abbastanza regolari e facilmente percorribili. ​

Piazza dei Miracoli di Pisa

Da Via Santa Maria, recentemente convertita in area pedonale con lastroni di pietra regolari e segnali tattili, si raggiunge Piazza del Duomo. La piazza, detta anche campo dei Miracoli, è una delle meraviglie d’Italia e patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il complesso monumentale che capeggia al centro è composto da: il Duomo, il Battistero, il Campanile e il Camposanto.
Insieme essi simbolizzano le principali tappe della vita di ogni uomo: il Battistero la nascita, la Cattedrale di Santa Maria Assunta la vita e il Camposanto allude chiaramente alla morte. La Torre di Pisa Torre Pendente fa parte del Duomo e ne rappresenta il campanile.​ 
A fare da cornice a questi monumenti storici vi è uno splendido prato verde dove i turisti possono concedersi un momento di relax. I lavori per la sua realizzazione sono iniziati nel XI secolo e dopo varie modifiche si sono conclusi nel XIX secolo, quando l’architetto Alessandro Gherardesca conferì alla piazza l’aspetto attuale.

Spero ti sia piaciuto il mio tour di Pisa! Seguimi nelle prossime tappe dei miei viaggi in Italia! 

 

Itinerario testato da:

RACHELE

Sono una sognatrice e una viaggiatrice incallita.

Per passione coordino viaggi per Viaggi Avventure nel Mondo; viaggiare mi fa stare bene, mi dà energia, mi rende felice. Adoro viaggiare in libertà, con rispetto dei luoghi e delle persone. Mi piace scovare locali autoctoni e suggestivi, mangiare cibo locale e assaporare la cultura del posto. La regola fondamentale di tutte le mie avventure è: lasciare a casa ogni preconcetto, immergersi nella cultura ospitante e tornare più ricchi di quando si è partiti.